domenica 15 maggio 2016

Ciao ragazze!
Oggi vi voglio parlare di un uovo prodotto che sto testando: la crema corpo Derma Spa Goodness di Dove.
Ma facciamo un passo indietro.. come ho fatto ad avere la crema in anteprima?
Facilissimo! Mi sono iscritta a questo sito http://club.dettofranoi.it/it/
Il Club del passaparola è un Club in cui si ha la possibilità di ricevere prodotti in anteprima, provarli e farli provare ad amiche e poi dare le proprie sincere opinioni in merito.



Nel sito viene riassunto così:

COME FUNZIONA
Durante le Attività del Club del Passaparola i partecipanti possono conoscere meglio diversi prodotti della grande famiglia Unilever.
Gli Ambasciatori del Club del Passaparola sono spesso i primi a poter provare alcuni prodotti e condividerli con amici e conoscenti.
1. PROVA I PRODOTTI UNILEVER NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI
Non appena parte un'Attività di passaparola, tutti gli Ambasciatori del Club del Passaparola vengono invitati a compilare il sondaggio di adesione.
Alla fine del periodo di adesione viene effettuata una selezione e gli Ambasciatori selezionati ricevono a casa un Kit del passaparola con i prodotti da testare e condividere con amici e conoscenti, insieme ad un Manuale dell'Ambasciatore con informazioni sia sul prodotto che sull'Attività di passaparola.
2. FAI CONOSCERE I PRODOTTI E RACCONTA DELL'ATTIVITÀ DI PASSAPAROLA
Uno degli obiettivi delle Attività del Club del Passaparola è far conoscere i prodotti Unilever.
In qualità di Ambasciatore del Club del Passaparola puoi dare il tuo contributo in diversi modi: parla dei prodotti che stai testando, racconta le informazioni che apprendi durante l'Attività di passaparola e condividi i prodotti e i campioni di prodotto che hai trovato nel tuo Kit del passaparola con amici, conoscenti, vicini, colleghi e così via.
3. INVIACI I REPORTAGE DEL TUO PASSAPAROLA
Al fine di aiutare il reparto marketing Unilever a migliorare sempre più i propri prodotti, è importante raccogliere le opinioni di tutti gli Ambasciatori e delle persone con cui parlano. Per questo durante le Attività del passaparola raccogliamo dei reportage contenenti le esperienze degli Ambasciatori con il passaparola sul prodotto.

Dopo essermi iscritta mi sono candidata per diventare Ambasciatrice Dove e sono stat scelta per testare questa nuova linea.
New Dove Derma Spa è una linea innovativa che comprende creme, lozioni e oli setosi che idratano la pelle in maniera efficace in quanto contengono principi attivi estratti da oli di semi naturali che aiutano ad idratare in profondità.
Ci sono tre linee di prodotti:

  • Dermaspa Goodness3 che agisce per una pelle vellutata, luminosa e dall’aspetto uniforme (consigliata per le pelli secche). E’ composta da: Lozione corpo Goodness3, Cremacorpo Goodness3 (il prodotto che ho avuto in omaggio), Oliocorpo Goodness3 e Crema mani Goodness3.
  • Dermaspa Uplifted+ che aiuta a restituire conicità alla pelle (consigliata per tutti i tipi di pelle). Comprende: Lozione Corpo Uplifted+, Olio corpo Uplifted+, Siero corpo roll on Uplifted+.
  • Dermaspa Youthful Vitality che aiuta a restituire alla pelle un aspetto più giovane (consigliato alle pelli mature). E’ composta da: Crema Corpo Youthful Vitality, Lozione corpo Youthful Vitality, Crema mani Youthful Vitality.

Sono stata omaggiata della Cremacorpo Goodness3 in versione full size da 200 ml e di trenta campioncini da far provare alle mie amiche; la sto testando tutte le sere prima di coricarmi e devo dire che sebbene io non sia una persona abituata ad applicare la crema corpo né la sera, né dopo la doccia, devo dire che con questa crema mi sto trovando bene. 
Si stende facilmente in quanto ha una consistenza molto leggera, si asciuga molto velocemente e idratata abbastanza. 
Per quanto riguarda l’idratazione voglio soffermarmi un secondo: la mia pelle del corpo non è assolutamente secca, e non ho mai avuto bisogno di andare ad applicare crema per ammorbidirla, per cui nel recensire una crema corpo idratante ideale per pelli secche mi sento un po’ fuori dal mio campo. Nel senso che, a mio parere è piacevole, ma non vedo chissà che miglioramenti nella mia pelle, ma penso anche che questo dipenda dal fatto che il mio corpo non ne abbia bisogno.
Un’altra cosa che non mi piace molto è il profumo, che non so descrivervi a parole, ma che mi ricorda molto quello di autoabbronzanti di scarsa qualità.


Riassumendo: per ora non mi dispiace ma non mi fa nemmeno impazzire, voglio continuare ad utilizzarla con regolarità in modo da potervi aggiornare anche in vista dell’arrivo dell’estate.

sabato 14 maggio 2016

PRODOTTI FINITI DI APRILE!

Ciao ragazze!
Anche la seconda settimana di maggio è volta al termine ed io sono pronta a parlarvi dei prodotti che ho terminato nel mese di Aprile. Si, sono in ritardissimmo, lo so. Scusatemi!
Non sono tantissimi, ma io mi sento molto contenta di iniziare a smaltire qualcosina, anche se per quanta riguarda il makeup dovrò impegnarmi maggiormente.



SKINCARE
  • LATTE DETERGENTE DELICATO VIVIVERDE COOP: premettiamo che questo marchio mi piace parecchio, prodotti generalmente buoni (anche se non miracolosi) e a buon prezzo.. cosa si può chiedere di più? Questo latte detergente l’ho trovato veramente buono, deterge la pelle senza appesantirla, non brucia gli occhi, e aiuta ad eliminare anche le ultime tracce di makeup che alcune volte mi sfugge dalla fase dello struccaggio. Al momento ne sto usando uno diverso ma penso che tornerò ad usare questo. Promosso!
  • CREMA VISO IDRATANTE PROTETTIVA PELLI NORMALI VIVERDECOOP: altro prodotto della famiglia Viviverde Coop, questa crema è mia alleata per il periodo invernale da quando è uscita. Mi fermo un secondo a parlare della scelta assurda dei nomi delle creme, in quanto trovo che la crema per pelli normali sia più nutriente di quella per pelli mature (il che mi confonde non poco) ma non importa; di tutte le creme di questo marchio questa è quella che amo usare quando fa freddo per la notte. La applico abbondantemente in modo che poi la pelle possa assorbirla e vado a nanna. Mi piace molto, anche se ho intenzione di dedicare più attenzioni alle creme viso per il prossimo periodo freddo. Promossa!
  • STICK CONTORNO OCCHI BORSE E OCCHIAIE EQUILIBRA LINEA ALOE: questo stick è davvero minuscolo! però devo dire che fa bene il suo lavoro, infatti nelle mattine in cui mi sento il contorno occhi particolarmente gonfio stendo questo stick che mi aiuta tantissimo a sgonfiare. Mi piace e ne ho già un altro di aperto pronto per l’uso. Promosso!

MAKEUP
  • MASCARA O!MEGA LASH DI MARC JACOBS: ne ho parlato più che abbastanza nei post precedenti. Dico solo che non è ancora terminato ma è da buttare via. Bocciatissimo!
  • CIPRIA MATTE NEVECOSMETICS: questo è stato il primo prodotto di Nevecosmetics che ho acquistato insieme alla gemellino Hollywood che sta finendo anche lei. Devo dire che subito mi dava problemi di pizzicore quando l’applicavo, mentre ora non lo percepivo più. Tranne questo devo dire che fa egregiamente il suo lavoro (ed io di fronte lucida da tenere a bada me ne intendo parecchio) opacizza ma non appesantisce e posso stare tranquilla per 6/7 ore tranquillamente. Promosso!



Ragazze questi erano i prodotti che ho terminato nell’ultimo periodo, li conoscete? Condividete le mie opinioni? Un bacione

domenica 10 aprile 2016

COMPARE AND CONTRAST: PALETTE LA NUDE ROSE' VS REDEMPTION PALETTE ICONIC 3!

Ciao ragazze!
Oggi vi voglio introdurre un nuovo  tipo di articolo in cui vi parlerò di due prodotti mettendoli a confronto in maniera particolare.
L’ispirazione mi è venuta ripensando a quando ho fatto l’esame per la certificazione linguistica  di inglese, e uno degli esercizi di Speaking si chiamava proprio “Compare and Contrast”
In questo esercizio ci venivano fornite due immagini e noi dovevamo parlarne senza descriverle ma confrontandole, elencando soltanto gli elementi che le accomunavano e quelli che le differenziavano.
Proprio in questa maniera oggi voglio andare a mettere a confronto due palette di ombretti: La Palette Nude 01 Rosè di L’Oreal Paris e la Redemption Palette Iconic 3 di Makeup Revolution.
Non descriverò le due palette già conosciutissime nel web, ma elencherò le caratteristiche che hanno in comune e quelle che le differenziano, in modo che le ragazze che sono in dubbio su quale delle due comprare possano avere sotto mano un elenco vero e proprio delle loro differenze.



Iniziamo subito!

  • Entrambe le palette contengono ombretti sui toni del rosa nude, e possono essere considerate dupe della Naked 3 di Urban Decay.
  • La palette L’ Oreal contiente dieci ombretti, la MUR invece dodici.
  • La palette L’ Oreal contiene 7 grammi di prodotto, la MUR contiene 14 grammi.
  • Entrambe contengono colori sia opachi che shimmer.
  • La palette L’ Oreal contiene quattro ombretti opachi, mentre la MUR solo tre.
  • Entrambe le palette permettono di realizzare un look completo anche solo shimmer o solo opaco.
  • La palette L’ Oreal ha lo specchio, la MUR non ce l'ha.
  • Entrambe vengono vendute con all’interno un applicatore in spugna.
  • L’ applicatore presente nella palette L’ Oreal ha da un lato un pennellino da sfumatura, quello presente nella palette MUR ha la classica spugnetta in entrambi i lati.
  • Entrambe sono molto compatte e facilmente trasportabili.
  • Il packaging della palette L’ Oreal è più solido, quello della MUR è di un plastica più scadente.
  • I colori shimmer della palette MUR sono molto più scriventi e vibranti di quelli della palette L’Oreal, che una volta stesi nella palpebra sembrano tutti uguali.
  • I colori opachi della palette L’Oreal sono meno polverosi di quelli della palette MUR.
  • Il colore più scuro nella palette L' Oreal è molto più chiaro e leggero di come sembra in cialda, viceversa quello della palette MUR è quasi nero.
  • Il colore più chiaro nella palette L' Oreal è perlato, mentre nella palette MUR è completamente opaco.
  • Il colore dorato centrale in entrambe le palette, nella L' Oreal ha un tono più rosa salmone, mentre nella MUR è un dorato classico.
  • Gli ombretti di entrambe hanno una buona durata.
  • La palette L’ Oreal è di facile reperibilità in varie profumerie, la palette MUR si può acquistare sono online.
  • La palette MUR costa all’incirca 5 euro, la palette L’ Oreal costa sui 15 euro (dipende dalla profumeria)
Ragazze questa era la mia lista di Compare and Contrast per quanto riguarda queste due palette, come considerazione finale voglio solo dirvi che non c'è assolutamente alcun bisogno di comprarle entrambe, se ne avete già una della due e volete andare ad arricchire questa gamma colori acquistando un'altra palette sugli stessi toni, vi consiglio di risparmiare un po' e magari acquistare una palette di qualità superiore.
Se dovete sceglierne una tra le due, mi sento davvero di consigliarvi quella di Makeup Revolution, in primo luogo per il buon prezzo e per la qualità decisamente superiore. 

Questo per oggi è tutto, spero che questo genere di confronto tra prodotti possa interessarvi ed esservi utile. Alla prossima!

martedì 5 aprile 2016

ZAO MAKEUP: LA MIA ESPERIENZA

Ciao ragazze!
Oggi vi parlerò di Zao Makeup, per chi non lo conoscesse è un marchio BIO di cosmetici venduto presso le profumerie La Gardenia e Limoni. Nel loro sito viene così descritto:

ZAO è una linea di prodotti make up bio, caratterizzati da formulazioni al 100% naturali e ricche di principi attivi biologici: proprio per questo, i cosmetici ZAO sono rispettosi dell’ambiente e della pelle. Sono, infatti, privi di talco e derivanti petrolchimici; non contengono conservanti e non sono testati sugli animali. Al fine di combinare l’efficacia dei prodotti make up con il rispetto della pelle, ZAO utilizza ingredienti naturali con proprietà benefiche: grazie all’alto contenuto di polvere di bambù e di altri estratti naturali, contribuisce al rinnovamento e al benessere della pelle. I cosmetici ZAO sono naturali non solo nella composizione ma anche nel pack, costituito anch’esso di bambù e dotato di un sistema di ricarica che consente la sostituzione evitando gli sprechi.

Questo marchio produce ogni tipo di prodotti, per il viso: correttori, fondotinta compatti e liquidi, terre, blush, polveri minerali e ciprie; per le labbra: balsami, gloss, rossetti e matite; e per gli occhi: ombretti compatti e minerali, mascara, matite e eyeliner.

Io possiedo il fondotinta liquido e un blush.

Partiamo a parlare del fondotinta, come dico spesso, sono alla ricerca del fondotinta ecobio perfetto: che non sia troppo difficile da stendere e che mi duri tutto il giorno. 
Nel sito di La Gardenia viene descritto così:

Grazie alla sua texture leggera il fondotinta Soie de Teint permette un’applicazione facile e garantisce un effetto naturale, un finish setoso ed una copertura perfetta ed uniforme. Grazie alla presenza della silice organica contenuta nell’idrolatte di bambù bio, l’olio di mandorla dolce, l’olio di jojoba e il burro di karite bio, questo fondotinta ha un forte potere idratante e lascia una delicata sensazione di freschezza sulla pelle.

Io ho acquistato il colore 701 che sinceramente non ricordo se fosse la colorazione più chiara, ma su di me è davvero la colorazione perfetta, un beige chiaro e soprattutto dal sottotono neutro. 
La confezione non mi piace, o meglio esteticamente è molto carina, ma penso che quando arriverò quasi alla fine sarà complicato prelevare il prodotto rimasto in fondo alla boccetta.
La stesura non è proprio malvagia, ricordiamoci che stiamo parlando di un fondotinta senza siliconi, ma ho notato che bisogna stare molto molto attenti alla quantità che si applica. 
Basta infatti una goccia di troppo e il risultato è molto pesante e innaturale. 
Mi trovo bene ad applicarlo con il pennello da fondotinta di Purobio o comunque con un pennello a setole molto fitte che mi permette di stendere in modo omogeneo il prodotto facendo movimento circolare. 
Purtroppo pensare di usare la spugnetta umida per l’applicazione o per lavorare meglio il prodotto è una pessima idea, infatti al contatto con una goccia di acqua questo fondotinta si scioglie e scompare del tutto. Per questo è molto importante non esagerare con la dose di prodotto, io preferisco iniziare con molto poco e lavorarlo a zone.
Dopo pochi minuti, va a fondersi bene con la pelle e crea un effetto naturale di pelle sana.
Non credo che sia il fondotinta ecobio migliore in assoluto ma è un fondotinta degno di nota.

Ingredients list (INCI / CTFA) : AQUA (WATER), PHYLLOSTACHYS NIGRA EXTRACT*, PROPANEDIOL, SIMMONDSIA CHINENSIS SEED OIL (SIMMONDSIA CHINENSIS (JOJOBA) SEED OIL)*, PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL (PRUNUS AMYGDALUS DULCIS (SWEET ALMOND OIL)*, SUCROSE PALMITATE, CETEARYL ALCOHOL, GLYCERIL STEARATE, OLIVE GLYCERIDES, TOCOPHEROL, BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (BUTYROSPERMUM PARKII (SHEA) BUTTER)*, POTASSIUM PALMITOYL, HYDROLYZED WHEAT PROTEIN, GLYCERYL CAPRYLATE, MICROCRYSTALLINE CELLULOSE, CELLULOSE GUM, CI 77820 (SILVER), CELLULOSE, PARFUM (FRAGRANCE).

Per quanto riguarda il blush il sito La Gardenia purtroppo non ci fornisce informazioni dettagliate ma lo descrive così:

Il fard è l’immancabile tocco finale e indispensabile per un make up perfetto. Sia che ricercate un effetto naturale o più sofisticato, il fard risponde a tutte le vostre necessità.


Esistono cinque tonalità, ma non sono sicura che nelle profumerie Limoni e La Gardenia ci siano tutte, io ho il colore 321 Brown Orange Coral, che dal nome non sembra proprio la tonalità più adatta al mio incarnato, ma devo dire che è un marroncino più neutro che non aranciato, che tuttavia permette di dare al viso un tocco di salute e definizione allo stesso tempo. 
E’ molto pigmentato e si sfuma molto bene, la durata è molto buona.
Amo applicare questo prodotto la mattina quando sono in ritardo e voglio saltare lo step della terra, con questo blush, infatti, ottengo un ottimo risultato in pochi minuti.

Ingrédients list (INCI / CTFA): MICA, ZEA MAYS STARCH (ZEA MAYS (CORN) STARCH)*, SQUALANE, SILICA, ZINC STEARATE, AQUA (WATER), LAUROYL LYSINE, THEOBROMA CACAO SEED BUTTER (THEOBROMA CACAO (COCOA) SEED BUTTER)*, BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (BUTYROSPERMUM PARKII (SHEA) BUTTER)*, CI 77820 (SILVER), GINKGO BILOBA LEAF EXTRACT, HAEMATOCOCCUS PLUVIALIS EXTRACT, THEOBROMA CACAO SEED EXTRACT (THEOBROMA CACAO (COCOA) SEED EXTRACT), BAMBUSA ARUNDINACEA STEM POWDER, ALCOHOL, ILEX PARAGUARIENSIS LEAF EXTRACT*, SEA WATER, MALTODEXTRIN, ALUMINA, SODIUM RIBOFLAVIN PHOSPHATE. MAY CONTAIN +/-: CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77492 (IRON OXIDES), CI 77499 (IRON OXIDES), CI 77742 (MANGANESE VIOLET), CI 77007 (ULTRAMARINES).

Conclusione: questi prodotti mi piacciono e sono interessata a provarne altri. Ciò che devo dire trovo negativo è il prezzo, giustamente come esistono i cosmetici “normali” di fascia medi alta possono esistere anche i cosmetici ecobio di prezzo superiore, ma non li trovo così perfetti o unici nel loro genere da preferirli ad altri altrettanto performanti di marchio più low cost.

Voi ragazze conoscete questo marchio? Avete già provato altri prodotti? Come vi siete trovate? 

Un bacione

domenica 3 aprile 2016

MOST PLAYED MARZO 2016

Ciao Ragazze!
oggi parliamo dei prodotti che ho usato maggiormente nel mese di Marzo!

Make-up:
  • Pennello per fondotinta Purobio: ho acquistato questo pennello dopo aver sentito le belle parole di Giulia Cova in uno dei suoi video, ed effettivamente non ne sono rimasta delusa! E’ un pennello flat dalle setole fittissime che ho acquistato di recente dal sito www.farmacianatura.itCiò che maggiormente mi piace di questo pennello è che essendo stato creato da un brand ecobio, è fatto appositamente per stendere in modo omogeneo i fondotinta bio, che proprio per la la loro natura possono risultare più difficili da applicare rispetto ai fratellini siliconici. Per cui lo trovo davvero fantastico per qualsiasi tipo di fondotinta, a differenza ad esempio dell’ Expert Face Brush di Real Techniques che trovo ideato per l’applicazione di fondotinta siliconici e con il quale faccio fatica ad applicare i fondi bio.
  • Blush Zao Makeup: purtroppo non conosco il numero della colorazione, perché non è indicato della confezione. Di questo brand ve ne parlerò molto presto in un altro articolo, per ora posso dire che questo blush mi sta davvero piacendo un sacco, ha una buona durata, si sfuma facilmente e fa subito un bel effetto “salute”.
  • Mascara Deer Lash di Nevecosmetics: è diventato un most played di marzo più per un discorso di smaltimento che non di piacere. Questo mascara utilizzato da solo è inutile, non allunga, né volumizza le ciglia, ma trovo che, proprio per la sua formulazione molto liquida e il pettinino in elastomero con i dentini molto fitti, permette di essere usato in combinazione con un altro mascara più secco. Io lo sto usando in questa maniera e mi trovo molto bene, ma è chiaro che una volta terminato non lo riacquisterò.
Skincare:
  • Crema Contorno Occhi con Olio di Rosa Mosquera di Omnia Botanica: ho acquistato questa crema quando ho finito quella de I Provenzali Bio, e devo dire che in quanto a idratazione è soddisfacente, ma ha un terribile difetto: brucia terribilmente gli occhi. Ora, che me ne faccio di una crema per il contorno occhi, se quando una microscopica goccia entra in contatto con l’angolo del mio occhio vado a fuoco per un’ora? Perché non parliamo di un bruciore leggero che dopo qualche secondo passa. No. Parliamo di dolore acutissimo che se ne va dopo tre lavaggi con acqua fredda continui. Inaccettabile.
Capelli:
  • Shampoo Basis Sensitiv di Lavera: è stato uno dei primi shampoo bio che ho acquistato. Dopo i primi utilizzi lo avevo lasciato da parte perché è molto corposo e trovo che non sia adatto ai miei capelli grassi. Questo mese l’ho utilizzato parecchio, un po’ per smaltirlo, un po’ perché usandolo come secondo shampoo dopo una primo lavaggio con uno shampoo più “aggressivo-sgrassante” non sia così male. 

Questi erano i miei prodotti più utilizzati nel mese di marzo. Avete utilizzato anche voi alcuni di questi prodotti? Fatemelo sapere nei commenti! 

Un Bacione

giovedì 31 marzo 2016

REVIEW: MATT TOUCH BLUSH ESSENCE

Ciao Ragazze!
Oggi parliamo di blush, che per me sono una fissa proprio come i rossetti :)
In particolare oggi vi recensisco il Matt Touch Blush di Essence, nei negozi si trovano due colori: io ho acquistato la numero 20 Berry me up! che è quella più rosa/ malva, l'altra invece aveva un tono più pescato.


La confezione contiene 5 grammi riprodotto ed il pao è di 12 mesi.
Ho voluto comprare questo blush perché mi ero trovata molto bene con quelli della linea Silky Touch, quindi speravo in una riconferma della qualità. 
Inoltre sono stata molto attratta dal colore, infatti è proprio il tono di rosa che preferisco: un colore molto naturale con una punta di malva, super adatto quindi per chi ha un sottotono di pelle medio freddo.
Devo ammettere che il colore proprio come pensavo è molto bello, peccato però che fin dalla prima applicazione ho trovato che la scrivenza sia piuttosto bassina, anche se non sempre è una tragedia, basta usare un po' più di prodotto fino ad arrivare all'intensità desiderata.
Altro aspetto che tuttavia mi ha lasciata delusa è stata la durata, questo blush se ne va in dieci minuti di orologio!
Ammetto che la mia pelle i blush se li mangia proprio, e che faccio davvero fatica a trovare un blush che mi duri l'intera giornata, ma solitamente anche quelli che se ne vanno via prima un paio di orette durano. 
Sotto questo aspetto avevo grandi aspettative perché con i Silky Blush mi ero trovata divinamente, invece con questo in nessun modo riesco a farlo durare.

Lo consiglierei?
Se avete già mezzo milione di blush incluso questa tonalità no, se invece volete provare a vedere se vi sta bene, se non avete problemi di pelle grassa che si mangia i prodotti o se siete giovani e state iniziando a truccarvi anche si.
A me dura poco, ma il colore, la sfumabilità ed il prezzo decisamente onesto non mi permettono di bocciarlo completamente.

sabato 26 marzo 2016

COSMOPROF 2016 PARTE 2

Ciao ragazze!
Eccoci alla seconda parte della serie Cosmoprof 2016, ovvero quella in cui vi racconto dei miei acquisti e delle prime impressioni sui prodotti, degli omaggi, del materiale informativo.. insomma di tutto ciò che noni ho raccontato prima!

La mia prima tappa è stata il padiglione 34 ed in particolare lo stand di BBcreamitalia, presso questo stand ho acquistato:
  • Palette Makeuprevolution Redemption Palette Iconic 3: non si perché ma me l’ero immaginata più piccola, il packaging è davvero plasticoso e scadente ma i suoi 5 euro li vale tutti per la qualità degli ombretti. (5 euro ragazze. 5 euro!)
  • Palette I heart Make-up I heart Chocolate: sono stata parecchio indecisa su questa palette, ero molto tentata di comprare la Chocolate Bar ma i colori non so, non mi convincono veramente, perciò ho deciso (soprattutto presa dall’entusiasmo Cosmoprof) di acquistare questa versione cheap. Possiedo già la Naked Chocolate che amo alla follia, perciò sono sicura che anche la qualità di questi ombretti sarà buona (devo ancora usarla), ma qualcosa nella gamma colori all’interno non mi convince. Vedremo.
  • Rossetto Milani Matte Blissful n.62: tutta colpa di Beautywithemilyfox, sono in fissa con questo colore da quando ho guardato il suo video sui rossetti Milani. E’ un rosa chiaro, freddo molto “bambolina” ma che non fa l’effetto “bambolina”, in vista della primavera credo che sarà bellissimo. L’unica cosa che non mi convince è che tende ad enfatizzare le pellicine. E io non ho le labbra secche, quindi non so.
  • pennellino labbra Purobio: ha le setole molto molto rigide, devo capire bene come usarlo.

Allo stand di Nyx ho acquistato:

domenica 20 marzo 2016

RACCONTO DAL COSMOPROF 2016

Ciao Ragazze!
Finalmente sono al pc pronta per raccontarvi la mia supergalattica avventura di ieri al Cosmoprof 2016.
Premetto col dire che era la prima volta che ci andavo e che non sapevo bene cosa aspettarmi, ma per fortuna è andato tutto liscio.
Sono partita col treno alle 8.37 e sono arrivata in stazione centrale a Bologna alle 09.50, quando sono arrivata in biglietteria ho visto una fila lunghissima di ragazze davanti al giornalaio all’interno della stazione in coda per comprare i biglietti dell’autobus, così ho capito dove doverli comprare.
Quando sono uscita dalla stazione era impossibile non capire dove prendere l’autobus giusto: una massa di ragazze munite di scarpe da ginnastica e trolley o zaini stavano in piedi sotto i portici dall’altro lato della piazzetta, mi sono messa lì con loro e ho aspettato: il primo autobus che è arrivato infatti è stato riempito tutto dalle ragazze che avevo davanti.
Quante persone sono riuscite a salire su quell’autobus non potete immaginarlo, a meno che non lo abbiate visto con i vostri occhi.
L’autobus successivo, che è arrivato cinque minuti dopo, portava la scritta “addestramento autisti”, ma il signore in fermata che gestiva la cosa, ci ha detto di salirci perché ci avrebbe portato in fiera; nessuna di noi si è fatta scrupoli per quella scritta, finché una volta salita e ammassata in un modo indecente il co-conducente ci ha avvertito che quella era la prima volta che l’autista guidava un autobus! 
Panico a parte, sono arrivata in fiera all’incirca dieci minuti dopo e ho iniziato la mia avventura.
Sono entrata dall’ingresso Costituzione e da lì ho preso subito la direzione del padiglione 34, dove sapevo che esponeva BBcreamitalia.

martedì 15 marzo 2016

COME MI PREPARO AL COSMOPROF!

Ciao ragazze!
Ebbene si, sono quasi pronta per l’evento che più aspetto con ansia, ovvero il Cosmoprof!
Inutile che vi stia a spiegare cosa sia il Cosmoprof, in quanto penso che se siete almeno un poco appassionante di make-up e bellezza in generale, non potete non sapere di cosa stiamo parlando.
Quest’anno sarà per me la prima volta, quindi più che una guida consigli voglio condividere con voi come mi sto preparando.
Sto guardando un sacco (davvero tantissimi!) video su Youtube a riguardo e sto leggendo tantissimi articoli di ragazze che hanno partecipato anche gli anni scorsi, e così ogni giorno sto scoprendo un consiglio nuovo da adoperare in fiera.
Come chiunque consiglia, ho già acquistato il biglietto online e mi porterò il pranzo al sacco, inoltre ho già pensato ad un abbigliamento molto molto comodo per essere pratica.
Ho deciso che mi poterò via uno zaino di misura media e una borsetta tracolla in cui mettere le cose più preziose.
Viaggerò con Trenitalia, anche se so che Italo fa tantissime offerte succose, però per me che parto da Venezia gli orari non sono un granché, in quanto arriverei tardi in fiera e dovrei ripartire presto; con Trenitalia invece ho ottenuto comunque i biglietti ad un prezzo più che abbordabile e arriverò a Bologna alle 09:50 e ripartirò col treno delle 17:18, facendomi quindi all'incirca sei ore di cosmoprof.
Una volta arrivata in stazione Bologna ho sentito che ci sono gli autobus, ho letto sul sito dei trasporti di Bologna che gli autobus che portano in fiera sono il 35 e il 38, per ora spero solo di prenderli nella direzione giusta (aiuto!).
Come molte ragazze raccomandano ho già stampato la mappa della fiera e ho già spulciato la lista degli espositori per segnarmi dove si trovano gli stand che più mi interessano, per avere un’idea di che percorso fare. 
Inoltre per praticità ho piegato la mappa in tre, e nella prima facciata ho scritto a matita l’elenco degli stand interessanti con numero di padiglione e coordinate per arrivarci.
Nella mia lista ho incluso marchi che so che vendono i loro prodotti, ma non voglio perderci troppo tempo, ho solo poche ore a disposizione e voglio vivere l’esperienza della fiera, non voglio perdermi troppo in code affollate. 
Motivo per cui ho deciso che salterò completamente lo stand della Truccheria-Makeup Forever, chiunque dice che ci vuole almeno un’ora di coda per poter acquistare i prodotti, e per quanto il 40% di sconto mi faccia gola non so se ne vale la pena per chi si ferma un solo giorno.
Stessa cosa riguarda Nyx, che quest’anno non solo vende i prodotti, ma ha anche invitato moltissime youtubers; quindi sicuramente proverò ad avvicinarmi per acquistare ma se vedo che c’è troppa coda penso che passerò oltre e farò un bell’ordine su Maquillalia.
I padiglioni che voglio godermi con “calma” sono il numero 21N (quello Green) e i 29-30 (internazionali).
Non vedo l’ora di godermi questo evento, voglio davvero passare una bella giornata accerchiata da quello che più mi appassiona: il mondo beauty.
Voi ci andrete? Che consigli assoluti ma volete dare? 

Un bacione

domenica 13 marzo 2016

RECENSIONE LA PALETTE NUDE L'OREAL PARIS

Ciao ragazze!
Oggi vi parlo della palette Color Riche La Palette Nude di L’Oreal Paris.


Io ho la versione 01 Rosè che contiene ombretti nei toni del rosa, mentre la numero 02 Beige contiene ombretti più sui toni nude caldi.
All’interno delle palette abbiamo 10 cialdine di tre finish diversi: i satinati, gli opachi e i brillanti; ogni palette inoltre contiene un pennellino che da un lato ha il classico applicatore triangolare in spugna (inutile) e dall’altro *udite udite* un pennellino vero e proprio da sfumatura piatto molto piccino.
Se la Beige ricorda molto la ben più famosa e costosa Naked, la Rosè riprende il concetto della Naked 3: ovvero sia una palette dai toni neutri ma più freddi e rosati, contenente un mix di opachi e shimmer per creare tridimensionalità al trucco senza aiutarsi con altre palette.
All’interno ci sono 7 grammi di prodotto ed il PAO è di 24 mesi.

La mia opinione:
Sono stata molto combattuta se comprare o meno questa palette, ma alla fine ho visto un’offerta da Beauty Star e ho deciso di acquistarla (ma va??!).

sabato 5 marzo 2016

MOST PLAYED FEBBRAIO 2016

Ciao ragazze! Oggi vi voglio parlare dei prodotti che ho più utilizzato nel mese di febbraio e delle impressioni che mi hanno dato.
Iniziamo subito!

1. FONDOTINTA SUBLIME di PUROBIO COSMETICS

Questo fondotinta è già stato da me lodato più volte su Instagram, e anche questo mese non mi ha deluso. Lo uso quotidianamente per andare al lavoro, e mi dura l’intera giornata senza bisogno di ritocchi, inoltre è l’unico prodotto finora da me provato che tiene a bada la lucidità anche senza bisogno di applicare sopra uno strano di cipria.
Al momento mi trovo molto bene applicandolo con la spugnetta umida, ma non vedo l’ora di provare ad stenderlo con il pennello da fondotinta di Purobio che mi è arrivato proprio ieri.
Vi farò sapere come mi trovo!


domenica 21 febbraio 2016

PRODOTTI FINITI! (FINALMENTE..)

Ciao ragazze!
Finalmente sto iniziando a terminare qualche prodotto (continuo a chiedermi come facciano tutte le youtuber e blogger che ogni mese hanno una decina di prodotti finiti!); e oggi vi voglio parlare proprio dei miei prodotti finiti del periodo. 
Si tratta di sue prodotti di skincare e uno di makeup:

CONTORNO OCCHI IDRATANTE all’Olio di Rosa Mosqueta de I Provenzali BIO



Questo contorno occhi l’ho comprato quando è uscita questa linea insieme ad altri prodotti, ma purtroppo non mi ha soddisfatto pienamente.
Premetto che ho un contorno occhi piuttosto secco, perciò ho davvero bisogno di idratazione soprattutto per la notte.
Questa crema per idratare idrata, ma non nutre assolutamente.
La consiglio alle ragazze giovani che vogliono iniziare ad utilizzare un prodotto specifico per il contorno occhi, ma per chi come me, pur essendo giovane ha qualche necessità in più non è assolutamente da prender in considerazione.
VOTO: 6

domenica 14 febbraio 2016

ACQUISTI MADE IN THE USA

Ciao ragazze!
oggi vi voglio parlare dei miei ultimi acquisti, perché lo voglio fare? perché non sono acquisti qualsiasi ma provengono dagli Stati Uniti.
Non sarà una review perchè il pacchetto mi è arrivato solo pochi giorni fa, voglio solo descrivervi la mia esperienza.

Inizio subito col dire che per farmi spedire gli acquisti in Italia mi sono affidata al sito www.spedizionedagliusa.com; questo sito funziona da deposito: quando voi vi registrate al sito vi viene inviato tramite email un indirizzo americano a cui far arrivare i vostri acquisti.
Quindi basta entrare nel sito americano da cui volete acquistare, inserire il vostro nome e cognome e poi l’indirizzo fornitovi da spedizionedagliusa. 
L’iscrizione è gratuita e pure la giacenza della merce nei loro depositi.

Quando alla fine deciderete di volervi far inviare il tutto in Italia, basta procedere con la richiesta di invio, pagare le spese di spedizione che partono da 35$ per un peso fino alle 150 lbs.

sabato 13 febbraio 2016

REVIEW: MASCARA RIMMEL SUPER CURLER 24 ORE

Ciao ragazze!
oggi vi parlo del mascara Super Curler 24 ore di Rimmel.
L’ho comprato durante il periodo di natale in un’offerta mascara + matita nera, dopo aver visto diverse recensioni positive di youtubers italiane a cui era stato inviato dall’azienda.
Dire recensioni positive è poco, diciamo mi ha incuriosito parecchio (e pure insospettito) il fatto che ognuna di loro lo definisse il miglior mascara incurvante mai esistito con complimenti esagerati.



Come si presenta:
Lo scovolino è di quelli normali con le setole classiche, ha una forma molto incurvata, ed è bello cicciotto. La texture è buona, non troppo secca né troppo liquida.

La mia esperienza:
Ribadisco ancora una volta che non amo particolarmente i mascara con le setole classiche, preferisco di gran lunga quelli in silicone, poiché avendo gli occhi piccoli e le ciglia lunghe tendo a sporcarmi facilmente. Tuttavia ho provato questo mascara con buone aspettative.
L’applicazione non è stata delle più semplici: la curvatura dello scovolino e la lunghezza delle setole facilitano il contatto con la palpebra, creando così i maledetti puntini neri, che se avete appena passato venti minuti a sfumare bene gli ombretti maledite ogni singolo granello di sabbia del deserto.
L’effetto è carino: si riesce a dare volume alla base delle ciglia, anche se poi salendo bisogna stare attenti perché il rischio di appiccicare le ciglia una con l’altra è davvero dietro l’angolo.

Fa davvero un effetto volume mostruoso? Secondo me no. Io ho le ciglia già belle incurvate e posso dire con assoluta certezza che questo mascara non ha cambiato niente.
Ne ho altri che invece danno un bell’effetto “piegaciglia” ma questo proprio no.
Sicuramente da un po’ di volume e lunghezza, ma non eccede né in un’aspetto né nell’altro; per di più dopo qualche ora (meno di 4 ore) inizia a colare e crea un brutto alone nero sulla palpebra inferiore in perfetto stile “mi sono strofinata gli occhi senza rendermi conto che avevo messo il mascara”.
Sinceramente non mi ha convinto, e non lo ricomprerei assolutamente. 

Ero curiosa di provarlo ma in commercio c’è di meglio.

sabato 6 febbraio 2016

REVIEW: NAKED 2 BASICS

Ciao Ragazze!
Oggi review su una palette molto famosa, sto parlando della Naked Basics 2.


Della famiglia delle Naked possiedo solo la classica Naked 1, che è sempre una certezza ma che a mio gusto ha troppi colori shimmer.
L’idea di queste piccole palette contenenti solo 6 colori e per di più tutti matte mi aveva entusiasmato già con l’uscita della Basics 1, ma i tipi di colori di cui è composta non mi piacevano, trovavo che tre dei sei colori si assomigliassero troppo. Quando è uscita la Basics 2 ho iniziato a farci diversi pensierini: non possiedo molti ombretti dai toni freddi e di certo mi sembrava una gamma colori più interessante rispetto alla prima. 
Ciò che finora mi ha sempre bloccata dal correre da Sephora ad acquistarla è stato il prezzo.
Come possono le Naked grandi costare 45-50 euro (ora si trovano a 49 ma fino ad un paio di anni fa costavano meno) e le Basics che sono esattamente la metà costare la bellezza di 28 euro?
Per principio quindi mi ero convinta che non  ne valesse la pena, finché durante il periodo natalizio avevo il 20% di sconto da Sephora e presa da un impulso di shopping compulsiva (vi prego ditemi che accade anche a voi) ho comprato questa palette.
Scontata l’ho pagata 22,40 euro (che sono tanti comunque) contiene 6 ombretti da 1,3 gr e la scadenza indicata è di 12 mesi.

La mia opinione
In quest’ultima settimana ho avuto modo di provarla ben bene, ho usato i colori senza primer (povera sciocca!), con il primer, e con sotto una base cremosa. 
Ho notato che al tatto i colori sono burrosi, molto molto setosi; mentre appena si appoggia il pennello sulla cialdina si forma una polvere allucinante, cosa che mi ha molto stupito dato che consideravo questo genere di palette tra le migliori. Tuttavia il colore si preleva bene comunque, e quando lo si applica sulla palpebra non cade sul viso, non ci sono quindi problemi di fall out né di poca scrivenza anzi. Il colore è pieno fin da subito e si sfuma molto facilmente.
Come colori devo dire che non sono male: i primi due chiari sono comunque diversi tra loro, il terzo colore mi ha un po’ deluso in quanto usandolo sulla piega dell'occhio come colore di transizione risulta troppo chiaro, il quarto è molto più scuro di quello che sembra e il quinto e il sesto colore sono due marroni scuri freddi molto molto belli.
L’ultimo colore è un marrone scurissimo che a me piace parecchio, in quanto sui miei occhi piccoli tendo a non usare mai il nero perché trovo che me li rimpicciolisca ancora di più, quindi questo colore scuro ma non scurissimo lo trovo perfetto per dare intensità senza appesantire.

Il voto che do a questa palette è un bel 8.
Perché comunque è una bella palette: indispensabile? No, unica? No, soddisfacente? Si.

La consiglierei? Si ma solo se avete uno sconto da Sephora: 28 euro mi sembrano ancora troppi.

L’idea delle Naked Basics mi piace parecchio e sinceramente vorrei molto che uscisse una Naked Basics 3, con i toni della Naked 3 quindi sui nude rosate ma matte. 

Forse per una palette così pagherei anche 28 euro.

domenica 24 gennaio 2016

PROVA SU STRADA!

Ciao ragazze!
Oggi facciamo insieme una prova su strada di un prodotto in edizione limitata che nei negozi potete ancora trovare in sconto: ovvero la tinta labbra di Kiko Matte Muse Lipstick.
Io possiedo sia la numero 2 che la numero 5, il primo è un rosa nude di base calda mentre il secondo un fucsia scuro intenso.
La confezione contiene 8 ml di prodotto, il PAO è di 18 mesi.
Premetto che oggi devo andare via tutto il giorno a trovare i nonni in montagna, per cui possiamo vedere insieme come si comporta e quanto dura. Applicherò il colore n. 05.

Ore 08:30  ho applicato la tinta sulle labbra, lo scovolino che credevo fosse un po’ difficile da usare devo dire che mi ha stupito, perché essendo tagliato di netto risulta molto preciso sui bordi. La texture è molto morbida e liquidina per cui l’applicazione avviene in modo scorrevole. Il colore è bello intenso fin da subito. Mentre aspetto che si asciughi continuo a prepararmi per uscire.

Ore 11:00 la tinta si è asciugata all’incirca dopo 15 minuti e anche se ora è completamente opaca le labbra non mi tirano, ho solo un po’ di secchezza nella parte più interna, ma è dovuto dal freddo. Inoltre sebbene abbia queste piccole pellicine la tinta non le enfatizza. Da stamattina non ho né mangiato né bevuto, ho solo chiacchierato un bel po’ durante il viaggio, e vedo che nella parte più interna delle labbra ai lati il colore sta iniziando a svanire. Non è venuto via niente di compromettente ma mi sembra giusto annotarlo.

Ore 13:30 ho appena finito di pranzare, ho mangiato paella e bevuto vino (ci trattiamo bene qui!), non c’è stato alcun tipo di transfer né sul bicchiere né nella forchetta. La parte interna un po’ sbiadita non è peggiorata, posso dire tranquillamente che non avrei alcun problema ad uscire così senza ritoccare il colore. Ammetto soltanto che inizio a sentire le labbra un poco secche.

Ore 17:00 la situazione è critica. Da pranzo ho solo preso un caffè e bevuto acqua, ma sulle mie labbra sembra scoppiata la terza guerra mondiale. Nella parte centrale il colore è completamente sparito, mi rimane solo il bordo delle labbra colorato, inoltre nel labbro inferiore si vedono dei piccoli pezzettini di prodotto che si staccano. Il poco colore che è rimasto è tutto nelle pieghette, per cui decido di prendere una salviettina e di rimuoverlo.

Cosa ne penso? Secondo me è veramente un buon prodotto. 

Dato che l’ho tolto dopo circa 10 ore posso dire che è un ottimo traguardo, sopratutto considerando che ho anche pranzato (e vi assicuro che quando mangio assomiglio molto di più ad Asterix e Obelix che non alla Regina Elisabetta), quindi non posso fare altro che promuoverlo. Il prodotto per le prime ore è davvero piacevole, non secca eccessivamente le labbra e sembra quasi di non indossare niente. Sono molto curiosa di provarlo quando farà un po’ meno freddo, così da poter vedere come si comporta su delle labbra meno secche.

sabato 16 gennaio 2016

FINITO! I PROVENZALI BIO: LATTE DETERGENTE ALLA ROSA MOSQUETA

Ciao ragazze!
Oggi vi voglio parlare di un prodotto che di recente ho terminato: il Latte Viso Detergente all’Olio di Rosa Mosqueta della Linea I Provenzali Bio.


Questo è stato il primo latte detergente che ho acquistato quando mi sono avvicinata al mondo bio (prima ho voluto terminare quello della Kiko che avevo) e devo dire che non mi è dispiaciuto.